Tutti i relatori di EBRAICA
Image
Roberta Amendola
Roberta Ammendola (Salerno, 1977) dopo una laurea in Scienze della Comunicazione e un master presso il British Council, è giornalista professionista dal 2000. Dopo aver lavorato come redattrice presso il quotidiano L'Avanti (2000-2004), ha condotto Italiani nel Mondo tour (dal 2004), Italiani nel Mondo Festival (2004–2005), Italiani nel Mondo Accademy (2004-2005), Li chiamavano Briganti (format dedicato al football americano 2004-2005).
Autrice testi per RADIO RAI, ha lavorato con le redazioni di RAI Radio1 Radio Anch’io e Baobab (2005-2006), GR Parlamento Rai (2007–2008), ed è stata autrice e conduttrice della rubrica di GR Parlamento Rai Il Parlamento e le Arti (2008).
Sempre per la RAI ha lavorato inoltre per il Tgr Rai Sardegna, e come redattrice e conduttrice per Tgr Rai Lazio e per Buongiorno Regione. Nell'ambito dell'attività di conduzione ha presentato numerosi lavori teatrali ed è stata autrice e co-regista del musical MusiCcall (2005).
Image
Urbano Barberini
Urbano Riario Sforza Barberini Colonna di Sciarra (Roma, 1961) è un attore italiano, più noto con il nome di Urbano Barberini. Attore, traduttore, produttore teatrale e direttore artistico, dal 2014 è inoltre assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Tivoli. È presidente del comitato di sorveglianza della cooperativa di artisti 7607.
Dopo essersi dedicato nella prima parte della carriera principalmente a produzioni cinematografiche e televisive, diretto tra gli altri da registi come Franco Zeffirelli, Dario Argento, Jerzy Skolimowski e Carlo Lizzani, debutta in teatro nel 1996, interpretando il monologo Sulle spine di Daniele Falleri. Inizia quindi una collaborazione artistica ventennale con l'attrice Franca Valeri insieme alla quale porta in scena numerosi spettacoli a partire dal 1997. Dal 20 ottobre 2005 è Bali Gran Croce del Baliaggio di San Sebastiano della famiglia Barberini nel Sovrano Militare Ordine di Malta.
Image
Marco Bonini
Marco Bonini (Roma, 1972) dopo la laurea in filosofia ha studiato per diversi anni danza classica e moderna prima di dedicarsi alla recitazione. Attore e sceneggiatore, scrive per il cinema e per la televisione. Nel 2015 ha firmato con Edoardo Leo la sceneggiatura del pluripremiato “Noi e la Giulia”, vincitore di due David di Donatello, due nastri d’Argento e del Globo D’Oro della stampa estera come migliore commedia dell’anno.
Image
Giulio Busi
Giulio Busi (Bologna, 1960) è un filologo e professore ordinario alla Freie Universität di Berlino, dove dirige l’Istituto di giudaistica. Si è occupato particolarmente di misticismo ebraico, di cui ha analizzato tanto lo sviluppo storico quanto i valori letterari e le implicazioni estetiche. Collabora con numerose riviste specialistiche e con giornali quotidiani, tra cui i berlinesi Tagesspiegel, Die Welt e il Sole 24 Ore, dove cura una rubrica settimanale dedicata al patrimonio letterario e storico del giudaismo. Dal 2007 insegna Storia del pensiero ebraico presso l’Università Statale di Milano. È general editor della collana The Kabbalistic Library of Giovanni Pico della Mirandola, che pubblica, in volumi monografici, le traduzioni cabbalistiche eseguite per Pico nel 1486.
Image
Edoardo Camurri
Edoardo Camurri (Torino, 1974) è uno scrittore, giornalista, conduttore televisivo e conduttore radiofonico italiano. Laureato in filosofia, scrive per il Foglio, Vanity Fair e il supplemento domenicale del Sole 24 Ore. Ha condotto diverse trasmissioni su RAI Radio 3 Tabloid, Radio 3 Mondo, Prima Pagina, dal 2010, Pagina 3 e dal 2017 Tutta l'Umanità ne parla con Pietro Del Soldà. In televisione ha condotto Omnibus Estate e Omnibus Weekend (2005-2006) su La7, canale per il quale ha anche firmato come autore diversi programmi tra cui Le vite degli altri, Istantanea e La Gaia Scienza.
Per la RAI ha condotto su Rai 3 Mi manda Raitre (2011), Viaggio nell'Italia che cambia (2013-2014), il talent show PiTeco su Rai Storia (2014-2015) e dal 2015 la rubrica Viaggio nell'Italia del Giro prodotta da Rai Cultura. Su RAI 5 ha condotto I grandi della letteratura italiana (2015-2018), su RAI 3 ROAR (2016) dedicato alla Mostra del Cinema di Venezia e Provincia Capitale, prodotto da Rai Cultura. Dal 2019, su Rai 5, conduce Punto di Svolta, trasmissione dedicata ai grandi nomi della letteratura mondiale.
Dal 27 aprile 2020 conduce su Rai 3, il programma #maestri firmato da Rai Cultura in collaborazione con il MIUR che rientra nell'offerta didattica multimediale de La scuola non si ferma.
Image
Loretta Cavaricci
Loretta Cavaricci (Roma, 1972) giornalista professionista, diplomata in Giornalismo medico-scientifico all’Università Tor Vergata di Roma. Inizia a lavorare a 19 anni nello staff del giornalista Mino Damato per i suoi programmi televisivi, partecipando alla scrittura dei testi. Dal 1996, e per oltre 22 anni, lavora nella redazione del Tg2 della Rai, per le redazioni di medicina, cronaca, costume e società, cultura e spettacoli e al desk per il coordinamento della messa in onda del Telegiornale. Attualmente fa parte della redazione cultura del canale RaiNews24. Ha scritto due libri su Napoli, “(S)casualmente” e “A Napoli con Totò, dalla Sanità alla luna”. Ha portato in scena il reading teatrale “Cartuscelle”, dedicato a Titina De Filippo, poetessa e pittrice. Ha promosso e organizzato una notte bianca per Primo Levi al Teatro Flaiano di Roma, per i 100 anni dalla nascita, con lettura in scena aperta al pubblico del libro ‘Se questo è un uomo’.
Image
Roberto Cingolani
Roberto Cingolani è il Chief Technology & Innovation Officer di Leonardo da settembre 2019.
Ha conseguito la Laurea in Fisica presso l’Università di Bari e nel 1989 il Diploma di Perfezionamento (PhD) in Fisica alla Scuola Normale Superiore di Pisa.
E’ stato ricercatore al Max Planck Institut di Stoccarda (Germania), Visiting Professor all’Institute of Industrial Sciences della Tokyo University (Giappone) e alla Virginia Commonwealth University (USA).
Nel 2000 è nominato Professore Ordinario di Fisica Sperimentale all’Università di Lecce. Nel 2001 fonda e dirige il National Nanotechnology Laboratory (NNL) dell’INFM a Lecce.
Nel 2005 fonda l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova di cui sarà Direttore Scientifico fino alla sua nomina come Chief Technology & Innovation Officer di Leonardo.
Cingolani è stato insignito dei titoli di Alfiere del Lavoro nel 1981 e di Commendatore della Repubblica Italiana nel 2006. È autore o co-autore di oltre 1000 pubblicazioni su riviste internazionali e ha al suo attivo oltre 100 brevetti.
Image
Oxana Corso
Oxana Corso nasce a San Pietroburgo il 9 luglio 1995. Adottata insieme alla sorella Olga dalla famiglia Corso, Oxana arriva in Italia a soli 3 anni e le viene diagnosticata una cerebrolesione che la costringe a sottoporsi a diversi interventi e a portare il tutore per anni. Nonostante la disabilità, Oxana inizia sgambettare nelle piste di atletica leggere romane nel 2006, dopo essere stata notata durante le ore di attività fisica dal professore di ginnastica. È specialista nella velocità, nel 2012 partecipa prima agli Europei Stadskanaal, in Olanda e vince due medaglie d’oro nei 100 e 200 metri, poi partecipa alle Paralimpiadi di Londra 2012 e porta a casa due medaglie d’argento sempre nei 100 e 200 metri. L’anno dopo approda prima ai Campionati Italiani open, tenutesi a Grosseto nel 2013, dove stabilisce il nuovo Record del Mondo sui 400 metri, poi ai Mondiali IPC di Lione, in Francia, dove firma il Record del Mondo anche sui 100 metri. Dal febbraio 2014 è parte del gruppo sportivo delle Fiamme Gialle.
Image
Simone Cristicchi
Simone Cristicchi, cantautore, attore e scrittore nasce a Roma nel 1977. Dal 2005, esordio musicale con ``Vorrei cantare come Biagio”, è un crescendo di consensi di pubblico e di critica con l’assegnazione di prestigiosi premi. Nel 2007 la vittoria del Festival di Sanremo con ``Ti regalerò una rosa” una lettera lacerante, commovente microstoria del microuniverso della follia. A seguire libri divenuti “Oscar Mondadori” e ripetuti sold out teatrali tra cui “Mio nonno è morto in guerra” che riceve il plauso del Presidente Napolitano e “Magazzino 18” spettacolo che conterà presenze di oltre 140.000 spettatori. Dal 2017 è direttore del Teatro Stabile d’Abruzzo. Al Festival Sanremo 2019, con il brano “Abbi cura di me”, è protagonista commosso di una standing ovation tributatagli dal pubblico del Teatro Ariston con il riconoscimento di due premi della critica. Nel 2019 la pubblicazione dell’album antologia di successi “Abbi cura cura di me” e presenta documentario e spettacolo teatrale “HappyNext – Alla ricerca della felicità”, spettacolo in scena anche per la stagione teatrale 2020/2021.
Image
Paola Tiziana Cruciani
Paola Tiziana Cruciani (Roma, 1958) si è diplomata nel 1981 presso il Laboratorio di esercitazioni sceniche diretto da Gigi Proietti. Dal 2006 ricopre il ruolo di direttrice artistica e docente presso Il cantiere teatrale - accademia di cinema e teatro a Roma.
Per il cinema ha recitato in numerosi film tra cui, I pompieri, Senza pelle di Alessandro D'Alatri, Un inverno freddo freddo, per il quale ha partecipato anche alla sceneggiatura.
Nel suo curriculum televisivo che parte dai primissimi anni Ottanta si ricordano, tra gli altri, Straparole, di Ugo Gregoretti e le fiction tra cui Mamma, mi si è depresso papà (1996), Nuda proprietà (1997), Le ali della vita (1999), Tequila e Bonetti (2000), Una famiglia in giallo (2005), Distretto di Polizia, Butta la Luna, Don Matteo, I Liceali, Anna e i cinque e Sette vite (2009).
Image
Paolo Cuccia
Paolo Cuccia (Roma, 1953) è un dirigente d'azienda e imprenditore italiano. Presidente della Gambero Rosso S.p.a., Presidente di Artribune srl (editore della testata culturale Artribune), Consigliere di Amministrazione di Astaldi, Consigliere di Amministrazione di Techedge. Dal 1978 al 1982 è nel Controllo di Gestione di IRI Italstat e dal 1982 per il gruppo Citicorp diviene Vice Presidente Corporate Banking della Citibank N.A e Direttore Generale della Citinvest S.p.A. Nel 1988 fonda la Europa Investimenti S.A.P.A. di cui è Amministratore Delegato fino al 1992 quando viene chiamato alla Banca di Roma dove assume l'incarico di Direttore Centrale. Dal 1998 al 2003 è Amministratore Delegato di Acea, di cui cura la quotazione in borsa e l'internazionalizzazione. Nel 2004 è il Vicepresidente del Comitato Olimpico per la candidatura di Roma. Dal 2003 al 2008 Corporate Executive Vice President della banca d'affari olandese ABN AMRO. In tale ambito ricopre anche gli incarichi di membro del Consiglio di Amministrazione e del Comitato Esecutivo di Interbanca S.p.A. e Banca Antonveneta fino al 2008. Nel 2006 al 2007 Vice Presidente e membro del Comitato Esecutivo di Capitalia. Dal 2008 al 2011 è Membro del Consiglio di Amministrazione e Membro del Comitato di controllo interno di Bulgari (azienda). Dal 2004 al 2009 ricopre anche la carica di Presidente dell'Ente EUR.
Image
Sandro Di Castro
Sandro Di Castro (Roma,1960), dopo aver frequentato la facoltà di lettere classiche all’Università La Sapienza di Roma dal 1974 frequenta i corsi dell’Istituto Superiore di studi ebraici.
La sua vita professionale vanta significative esperienze nella gestione aziendale e delle organizzazioni complesse con particolare riferimento ai settori dell’import export, dello sviluppo delle relazioni commerciali, del management e del public affairs. Quest’ultima attività viene sviluppata in particolar modo nell’ultimo decennio di attività – in coerenza alla forte passione civile, alla competenza nelle tecniche negoziali e comunicative – che lo porta a distinguersi per il conferimento e l’espletamento di importanti incarichi in ambito pubblico e privato tra cui la Presidenza della Comunità Ebraica di Roma (1997-2000), la Presidenza del Benè Berith (Associazione ebraica internazionale dal 2004), la Vicepresidenza di Altaroma (2007-2011), la Direzione delle relazioni esterne del gruppo Argol spa. Attualmente è segretario generale della Fondazione Biomedica Foscama e svolge attività di consulente di direzione quale esperto di relazioni istituzionali a favore di organizzazioni profit e non profit in ambito nazionale ed internazionale.
Image
Riccardo Di Segni
Riccardo Shemuel Di Segni (Roma, 1949) è un medico e rabbino italiano, dal 2001 rabbino capo della Comunità ebraica di Roma. È laureato in medicina e chirurgia. Ha continuato ad esercitare anche la sua professione di medico fino al 2014, come direttore di dipartimento di diagnostica per immagini (radiologia) all'ospedale San Giovanni di Roma. Ha conseguito il titolo di rabbino presso il Collegio Rabbinico Italiano nel 1973 e come rabbino capo di Roma occupa la cattedra rabbinica più importante in Italia. Membro del Consiglio direttivo dell'Assemblea dei Rabbini d'Italia dal 1999 al 2007 e Vicepresidente della Conferenza Rabbinica Europea, dal 2010. Direttore del Collegio Rabbinico Italiano, dal 1999.
Tra gli anni Novanta e l'inizio degli anni Duemila è stato un importante collaboratore della Lux Vide per la realizzazione del ciclo di fiction Le storie della Bibbia, facendo parte del comitato di esperti di religione ebraica. Nel 2010 ha invece polemizzato con la Lux Vide, a causa della miniserie televisiva Sotto il cielo di Roma, ritenuta da Di Segni ``una patacca propagandistica, un'opera apologetica``, perché a suo dire la fiction non mostra tutti gli aspetti storici relativi a Papa Pio XII.
È attivo nel dialogo in particolare con la Chiesa cattolica. Ha incontrato e stabilito relazioni amichevoli con i papi da Giovanni Paolo II. Ha accolto nella Sinagoga di Roma papa Benedetto XVI
nel gennaio 2010. Ha visitato la Grande Moschea di Roma nel marzo 2007. È intervenuto con posizioni critiche in numerosi dibattiti generali, da quelli sulle modalità del dialogo ebraico cristiano, alla laicità delle istituzioni. Ha espresso critiche sulla rappresentazione della sinfonia corale organizzata ad Auschwitz dal Cammino Neocatecumenale nel 2013.
Image
Marco Ferrazzoli
Laurea in lettere, Master in Psicologia di consultazione e in Comunicazione istituzionale. Giornalista professionista dal 1995. Capo Ufficio Stampa del CNR dal 2005, è tra l'altro direttore del web magazine “Almanacco della scienza”, fondatore e direttore editoriale di www.cnrweb.tv, responsabile della redazione del portale www.cnr.it. Docente di Teoria e tecnica della comunicazione della conoscenza all'Università di Roma Tor Vergata, insegna anche al Master in giornalismo e comunicazione della scienza della Sapienza Università di Roma e in diverse altre strutture di formazione. Tra le sue ultime pubblicazioni: “Parola di scienziato. La conoscenza ridotta a opinione” (con Francesca Dragotto, Universitalia, Roma 2014); “Media e vaccini, un successo che lascia perplessi” (in: AA. VV., “Observa Science in Society, Annuario scienza tecnologia e società 2018”, Il Mulino, Bologna, 2018); ``Il Superdisabile`` (con Francesca Gorini e Francesco Pieri, Lu.Ce edizioni, Massa 2019).
Image
Irene Ferri
Irene Ferri (Roma, 1972) è un’attrice e conduttrice televisiva. Nel 1993, debutta come conduttrice tv con “A tutto Disney”, programma contenitore per ragazzi in onda su Canale 5. Dopo questa esperienza, decide di dedicarsi allo studio della recitazione e nel 1995 avviene il suo esordio come attrice in “Assunta”, cortometraggio di Eros Puglielli. Nel 1999 conduce Solletico. Varie serie tv la vedono protagonista come “Questa casa non è un albergo” nel 2000. Nel 2011 è Alice in “Il giorno in più”, film di Fabio Volo. Dal 2013 al 2015 è nel cast di “Provaci ancora prof”, mentre nel 2018 torna sul piccolo schermo con “Immaturi- La serie”.
Image
Catena Fiorello
Catena Fiorello (Catania, 1966) è autrice, conduttrice e scrittrice. La sua carriera autoriale inizia nel 1997 con la collaborazione alla realizzazione di programmi radiofonici e televisivi, come Festivalbar e Buona Domenica. Nel 2003 esce il suo primo libro “Nati senza Camicia”, una raccolta di interviste a grandi personaggi arrivati al successo professionale senza dimenticare le proprie origini, da cui è stato tratto l’omonimo programma televisivo ideato e condotto dall’autrice stessa nel 2005 su Rai3. Nel 2006 la conduttrice è alla guida di “Blog reazioni a Catena” su Rai 2, e nel 2009 debutta nella sit-com “L’Isola del gusto” su Alice TV. Nello stesso anno, firma la regia di “Sciura”, il riadattamento teatrale del romanzo di Lucia Brischetto. Nel 2006 la scrittrice pubblica il suo primo romanzo dal titolo “Picciridda”, il racconto di un’emigrazione difficile, ambientato nella Sicilia degli anni Sessanta. Dal libro nasce, più tardi, l’omonimo film di cui Catena Fiorello scrive insieme a Ugo Chiti e Paolo Licata la sceneggiatura, film premiato nel luglio 2019 come migliore sceneggiatura al Taormina Film Fest e all’Ortigia Film Festival. Nel 2010 è nel cast de “Il signor Haber”, cortometraggio del giovane regista Miki Dilorenzo. Le pubblicazioni continuano con “Casca il mondo casca la terra” (2012) e “Dacci oggi il nostro pane quotidiano” (2013) un manuale di cucina atipico e autentico; nel 2014 esce “Un padre è un padre” e nel 2016 “L’Amore a due passi”. Nel 2017 la scrittrice pubblica una dolce e inaspettata favola di Natale dal titolo “Un amore tra le stelle”. A maggio 2018 vince il Premio Elsa Morante Ragazzi sempre per il romanzo “Picciridda” e a luglio conquista il Premio Charlot per la categoria miglior libro. Sempre nel 2018 Catena fa parte del cast del film “Nati due volte” di Pierluigi Di Lallo e nel 2019 recita in “A mano disarmata”, il film di Claudio Bonivento sulla vita della giornalista Federica Angeli. Nel 2019 esce anche “Tutte le volte che ho pianto”, e l’ultimo libro è del 2020 “Cinque donne e un arancino” con cui l’autrice inaugura una nuova avvincente serie: “Le signore di Monte Pepe”.
Image
Elisabetta Fiorito
Elisabetta Fiorito (Roma,1964) è laureata in Lingue e Letteratura Inglese e Tedesca e diplomata in Giornalismo alla Luiss di Roma. Dopo un praticantato in Canada ed esperienze radiofoniche presso la CNR, Channel News Radio, e Radio Capital, da dieci anni è giornalista parlamentare per Radio 24 – Il Sole 24 Ore. Conduce inoltre un suo programma settimanale “La Quota Rosa”, dedicato alle donne nel difficile cammino per le pari opportunità. Per Radio24 si occupa anche di teatro ed è stata una delle vincitrici del premio Fersen per la drammaturgia nel 2016 con La vita segreta del re dei cannoni, un ritratto di Friedrich Alfred Von Krupp. Dalla sua passione per il teatro è nato Confessioni di un Broker una denuncia sull'avidità e l'assenza di etica nel mondo finanziario, le deviazioni del capitalismo e l'impossibilità di tornare ad un’utopia comunista, ma con la speranza, infine, di giungere ad un futuro con un sistema economico dal volto più umano.
Image
Daniel Fishman
Daniel Fishman nasce a Bradford in Gran Bretagna, da una famiglia ebraica di origine egiziana, e si trasferisce a Milano nel 1964, dove risiede tutt'ora. Dopo la laurea in Lettere Moderne, sempre in ambito universitario, fonda Clio, l’Associazione dei Laureati in Discipline Storiche.
Molto attivo nell'ambito della comunità ebraica milanese, nel 1986 diviene direttore del Bollettino, la rivista mensile della comunità stessa. Successivamente, diviene consigliere nazionale dell'UCEI (Unione delle Comunità Ebraiche Italiane). Fishman è autore di diversi romanzi e saggi, i cui temi sono legati in particolare al Medio Oriente ed alla storia ebraica tra cui Il Chilometro d'Oro e La Lotteria dei Milioni. I suo saggi riguardano prevalentemente la storia ebraica, italiana ed estera, tematica per la quale ha curato anche diverse mostre, eventi culturali ed interreligiosi.
Image
Luciano Floridi
Luciano Floridi (Roma,1964) dopo la laurea in filosofia alla Sapienza oggi è professore ordinario di filosofia ed etica dell’informazione presso l’Oxford Internet Institute dell’università di Oxford dove ricopre anche la carica di direttore del Digital Ethics Lab.
E’ conosciuto per i suoi studi sulla tradizione scettica (scetticismo) ma principalmente per il suo lavoro sulla filosofia dell’informazione e dell’etica informatica, disciplina di cui è uno dei fondatori.
È stato fondatore e coordinatore, con Jeff Sanders, dello IEG, gruppo di ricerca interdipartimentale sulla filosofia dell'informazione all'Università di Oxford. Ha lavorato nella Humanities Computing e ha fondato e diretto il Sito Web Italiano di Filosofia (SWIF). È stato presidente della IACAP (International Association for Computing And Philosophy), ha anche ricoperto la carica di UNESCO Chair of Information and Computer Ethics.
Nel suo libro La quarta rivoluzione Floridi ha coniato il termine ``Onlife`` per definire la condizione contemporanea di una vita vissuta in due spazi differenti, quello reale e quello digitale che risultano non sovrapposti ma coincidenti e capaci di influenzarsi a vicenda, indagando il rapporto fra identità e tecnologia, senso digitale sui social network e robotica.
Image
Chiara Gamberale
Chiara Gamberale(Roma, 1977) è una scrittrice, conduttrice radiofonica e televisiva. Dopo la sua laurea al DAMS di Bologna, ha scritto il suo primo romanzo nel 1999, intitolato Una vita sottile. LA sua carriere come conduttrice televisiva e radiofonica comincia nel 2002 conducendo i programmi ``Duende`` su Seimilano e ``Io, Chiara e l'Oscuro``, su Rai Radio 2. E' stata inoltre l'autrice per Rai Tre di ``Quarto Piano Scala a Destra``. Nel 1996 vince il premio letterario Grinzane Cavour e nel 2008 è entrata in finale per il Premio Campiello con il suo libro La Zona Cieca. Collabora con diverse testate tra cui i Vanity Fair, Io Donna, Donna Moderna e La Stampa.
Image
Massimo Ghini
Massimo Ghini (Roma, 1954) è un attore teatrale, cinematografico e televisivo, regista teatrale e doppiatore. Esordisce a metà degli anni ’70 prendendo parte a diversi spettacoli teatrali e lavorando con registi del calibro di Franco Zeffirelli, Giorgio Strehler, Giuseppe Patroni Griffi e Gabriele Lavia. Nel 1979 Ghini esordisce al cinema nel film ``C'era una volta la legge``, di Stelvio Massi. Diventa anche uno dei doppiatori più apprezzati d'Italia, prestando la voce ad alcuni dei migliori divi di Hollywood, come ad esempio, a Nicholas Cage in ``Via da Las Vegas``, del 1995. Nel 1999 è nel film di Franco Zeffirelli ``Un tè con Mussolini``. Nel 2005 Neri Parenti lo vuole in ``Natale a Miami``, ``Natale a New York``, ``Natale a Rio`` e ``Natale a Beverly Hills`` negli anni successivi. Nel 2008 lavora con Paolo Virzì in “Tutta la vita davanti``, che gli vale la candidatura al Nastro d'Argento come migliore attore non protagonista. Nel 2010 torna sul grande schermo per ``Natale in Sudafrica``. Nel 2011 partecipa come concorrente e vince al format televisivo ``Lasciami cantare!``. Sempre nello stesso anno, conduce il programma televisivo ``Delitti Rock``, in onda su Rai Due e dedicato ai casi irrisolti della storia del rock.
Image
Michelangelo Gratton
Michelangelo Gratton (Roma, 1965) ha studiato fotografia presso il Portsmouth College of Art in Inghilterra e frequentato, durante servizio di leva, il Centro Documentazione e Fotografico del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Nella sua formazione è stata molto importante la sua collaborazione con Bob Thomas e la sua agenzia Popperfoto. Ha viaggiato in tutto il mondo realizzando servizi e reportage per grandi aziende nazionali e multinazionali, come la ExxonMobil, Kuwait Petroleum, Alitalia, Pfizer, The British Council, Banco di Napoli. Ha collaborato con prestigiose riviste mensili e quotidiani, tra cui Fotografare, Playboy, Il venerdì, Repubblica, Repubblica Salute e Viaggi, Il Messaggero, Gazzetta dello sport. Le sue immagini sono state distribuite per tanti anni dall’agenzia Vision a Roma e da Grazia Neri a Milano. In ambito sportivo, dopo essere stato responsabile dei fotografi ai Campionati Mondiali di calcio Italia 90 ed Europei di basket Roma 91, ha seguito sette mondiali di atletica, due Olimpiadi e sette paralimpiadi. Nel 2010 ha realizzato i filmati istituzionali per le nascenti federazioni sportive paralimpiche e una serie di 30 documentari per Rai International. È tra i fondatori del progetto Ability Channel, il portale dedicato alla disabilità partner ufficiale del Comitato Italiano Paralimpico, per cui ha vinto il primo premio al festival del Cinema Sociale realizzato a Bari in collaborazione del Ministero delle Pari Opportunità nel 2014. Nel 2016, con tutti i suoi collaboratori, ha ricevuto il prestigioso Italian Paralympic Awards. Nel 2018 ha realizzato il lungometraggio “Io sono il colonnello” premiato come miglior film al MigrArti Film Fest, organizzato con il contributo e sostegno del MIBACT. Nel corso del 2020 ha terminato il lungometraggio 50000 Passi e la prima serie Tv “Storie straordinariamente normali” dedicata al mondo della disabilità per Tv2000 e TimVision.
Image
David Grossman
David Grossman è nato nel 1954 a Gerusalemme, dove ha studiato Filosofia e Teatro alla Hebrew University laureandosi nel 1979. Ha cominciato la sua carriera lavorando fin da bambino alla radio nazionale israeliana “Kol Israel” come giovanissimo reporter e ha poi proseguito come corrispondente e conduttore di programmi fino al 1988. Parallelamente inizia la sua attività come scrittore e negli anni Ottanta ottiene i primi importanti riconoscimenti per i suoi lavori fra i quali si possono ricordare Il sorriso dell’agnello, Il vento giallo, Vedi alla voce: amore, Che tu sia per me il coltello, A un cerbiatto somiglia il mio amore, Le avventure di Itamar, che spaziano dalla narrativa alla saggistica e ai libri per ragazzi. Da sempre è impegnato in prima persona per sostenere fortemente il dialogo e la ricerca di una soluzione pacifica della questione mediorientale diventando anche in questo ambito una voce autorevole e un punto di riferimento nel suo Paese, ma non solo. È considerato uno degli autori israeliani più importanti e significativi ed è noto in tutto il mondo per i suoi romanzi tradotti in moltissime lingue. Nel 2017 ha vinto il Man Booker Prize International con il libro Applausi a scena vuota e nel 2018 ha ricevuto anche il prestigioso Israeli Prize per la letteratura.
Image
Ayelet Gundar-Goshen
Ayelet Gundar-Goshen è nata nel 1982 in Israele, dove si è laureata in psicologia presso l'Università di Tel Aviv. Durante i suoi studi, ha lavorato come giornalista nel principale quotidiano israeliano, Yedioth Ahronoth . Insegna all'Università di Tel Aviv e all'Holon Institute of Technology. È stata visiting author presso la San Francisco State University nel 2018 e attualmente è visiting artist artista presso la UCLA. Ha studiato sceneggiatura alla Sam Spiegel Film and Television School di Gerusalemme, scrive sceneggiature per la TV e il cinema in Israele, uno dei suoi cortometraggi, Batman al Checkpoint, ha vinto il Berlin Today Award per il miglior cortometraggio nel 2012 sul Berlinale Talent Campus. Il suo primo romanzo, Una notte soltanto, Markovitch (2012), ha vinto il Premio Sapir nel 2013 per i romanzi d'esordio, e il premio Adei Wizo in Italia e in Francia, ed è stato tradotto in tredici lingue. Il secondo romanzo di Gundar-Goshen, Svegliare i leoni è stato tradotto in tredici lingue, ha vinto il premio Jewish Quarterly-Wingate nel 2017.Gundar-Goshen collabora con la BBC, il Financial Times, Time Magazine e The Telegraph.
Image
Cleia Iemma
Cleia Iemma è nata a Salerno, dove ha conseguito la laurea in Lingue e letterature straniere. Si trasferisce a Roma dove dove dopo alcune esperineze lavorative nel 1980 fonda la Videoshow, oggi al suo trentennio di attività, che si occupa di distribuzione di programmi televisivi esteri in Italia e organizzazione di eventi di settore. Nel 1983 crea in partenariato la D4, società che opera tutt’oggi nel settore dell’audiovisivo con produzione di filmati, postproduzione, doppiaggio, nonché service, e collaborando con Rai TV, Mediaset, La7, Discovery CH, Dalhia TV, Filmmaster, Universal, Digicast, RaiTrade, Corriere della Sera, DeAgostini, Unione Europea. Dal Marzo 2010 è Presidente di AIDA Associazione Italiana Distributori Audiovisivi.
Image
Assaf Inbari
Assaf Inbari è nato in Israele nel 1968 e ha vissuto fino all’età di vent’anni nel Kibbutz Afikim. Ha studiato letteratura ebraica e letteratura comparata presso l’universita di Tel Aviv. Nel 2008 ha conseguito un dottorato di ricerca sulla poesia di Hayim Naham Bialik presso la Bar-Ilan University. Scrittore e giornalista, insegna attualmente presso il Kinneret College e l’Alma College di Tel Aviv e vive con la sua famiglia nel kibbutz Degania B.
Nel 2009 ha pubblicato il suo primo romanzo Verso Casa, che ha ricevuto il premio Libro di Platino.
Image
Gabriel Levi
Gabriel Levi, dopo aver vinto un concorso internazionale all'Università di Gerusalemme, è dal 1987 ordinario di Neuropsichiatria Infantile alla Sapienza Università di Roma, portando avanti il lavoro di Giovanni Bollea. I suoi contributi più significativi sono sulla diagnosi precoce dei disturbi specifici di linguaggio, sulla dislessia, sulle traiettorie evolutive degli autismi e delle disabilità dello sviluppo intellettivo. Negli ultimi quindici anni si è impegnato nell'area della salute mentale in età evolutiva, organizzando delle campagne di screening ai 2, ai 4, e agli 8 e ai 12 anni.
Image
Roberta Liguori
Robert Liguori (Fano, 1973), è Trainer Internazionale di PNL, scrittrice e triatleta. Dopo la Laurea in Informatica all’Università di Bologna ha lavorato per cinque anni come consulente e trainer in società informatiche. Ex campionessa e insegnante di aerobica, è stata per anni la direttrice artistica di alcuni tra i più famosi locali della riviera romagnola. Oggi è una delle trainer e coah più quotate in PNL - Programmazione Neuro Linguistica, Business Coaching,l Public Speaking e la Comunicazione Non Verbale, e tiene corsi in tutta Italia, Europa e Stati Uniti. Ha scritto il libro Best Seller edito da Mondadori “Perché io sogno forte” e ha all’attivo tre Ironman. E’ Mental Coach da anni e tra i suoi clienti spiccano aziende di livello internazionale e personaggi del mondo dello spettacolo.
Image
Giulio Maira
Giulio Maira (S. Cataldo (CL), 1944), si è laureato nel 1968 in Medicina presso l’Università Cattolica di Roma. Nel 1975 ha lavorato come resident senior presso Servizio di neurochirurgia dell’Hopital Notre-Dame (Università di Montreal, Canada) per studiare le possibili applicazioni del microscopio chirurgico e del laser in neurochirurgia. Dal 1971 ha pubblicato 429 articoli scientifici (221 lavori in estenso e 208 abstracts). I suoi principali campi di interesse sono rappresentati dalla patologia neoplastica e dalla patologia vascolare. Dal 2001 è Presidente della Associazione ATENA Onlus (Associazione di ricerca per le Terapie Neurochirurgiche Avanzate).Dal 2001 è componente dell’Organismo Consultivo Medico Scientifico Polispecialistico del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. Dal Novembre del 2001 Referee per la valutazione dei progetti relativi al programma ECM (Educazione Continua in Medicina) del Ministero della Salute. Dal 2002 è componente del “Gruppo di lavoro sulle infrastrutture e sui network di eccellenza a livello europeo nel campo della biosicurezza e delle biotecnologie” della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Dal 2003 è Membro del Consiglio Superiore di Sanità e Membro della Commissione Nazionale per la Ricerca Sanitaria.
Image
Emiliano Malagoli
Emiliano Malagoli (Montecarlo (LU), 1975) è un pilota motociclista. Nel luglio 2011 ha perso la gamba destra in seguito ad un incidente stradale in moto, ma in tempi record è ritornato a correre in pista e ha deciso di voler condividere la sua passione con altri disabili. Nasce così nel 2013 la Onlus Di.Di. Diversamente Disabili, di cui Malagoli è presidente, prima associazione in Italia ad occuparsi di riavvicinare al motociclismo i ragazzi disabili che per difficoltà economiche, burocratiche, logistiche e psicologiche non hanno la possibilità di farlo.
Insieme a Chiara Valentini, ha fondato la Fimpar, la Federazione italiana di motociclismo paralimpico.
Image
Maurizio Molinari
Maurizio Molinari (Roma, 1964) dopo aver studiato all’università Ebraica di Gerusalemme ed al Manchester College di Oxford si è laureato in Scienze Politiche e Storia all’Università di Roma “La Sapienza”. Dal 1997 lavora per La Stampa, di cui è per oltre un decennio (2001-2014) corrispondente da New York, da Bruxelles e da Gerusalemme; rientra a Torino come direttore nel 2016. Ha scritto anche su testate come L'Indipendente, L'Opinione, Il Tempo, Il Foglio e Panorama; collabora con La7 (dove è stato ospite fisso di Otto e mezzo) RaiNews24, Sky TG 24 e Tg5. Ha pubblicato 19 saggi; tra i suoi titoli di maggior successo: “Jihad. Guerra all'Occidente”, Il Califfato del Terrore”, “L'Aquila e la farfalla”, “Governo Ombra”, “Gli italiani di New York”, “Il paese di Obama”, “Cowboy Democratici”, “Gli ebrei di New York”, “Il ritorno delle tribù. La sfida dei nuovi clan all'ordine mondiale”, “Duello nel Ghetto. La sfida di un ebreo contro le bande nazifasciste nella Roma occupata”, “L'Italia vista dalla CIA (1948-2004)”, “George W. Bush e la missione americana”, “No Global? Cosa dicono veramente i movimenti di protesta”, “La Libertà e i suoi nemici. Intervista con Michael Walzer”, “Wall Street nel Terzo Millennio”.
Dal 23 aprile 2020 è direttore del quotidiano La Repubblica.
Image
Raffaele Morelli
Raffaele Morelli (Milano, 1948) si occupa dal 1979 della direzione dell'Istituto Riza, da lui stesso fondato. L'attività principale dell'Istituto riguarda la ricerca e la formazione nell'ambito della medicina psicosomatica e naturale, principali aree di interesse lavorativo di Morelli. Il suo lavoro è particolarmente volto allo studio dei comportamenti alimentari, diete psicosomatiche, il pronto soccorso naturale, l'alchimia e la sparigia, la kiniesologia, la riflessologia plantare, la lettura di carattere psicosomatico del corpo e i rimedi naturali per la diminuzione dei livelli di stress.
Alle varie attività dell'Istituto è legata anche la pubblicazione di una rivista, ``Riza psicosomatica``, di cui lo stesso Morelli è direttore. La rivista, così come la sua attività di medico, sono ispirate alle finalità con cui è nato l'istituto stesso e che corrispondono a quanto espresso nel suo motto: ``studiare l'uomo come espressione della simultaneità psicofisica riconducendo a questa concezione l'interpretazione della malattia, della sua diagnosi e della sua cura``.
Grazie alla sua attività, l'Istituto Riza è stato riconosciuto dal Ministero dell'Università e della Ricerca nel 1994, e organizza corsi di formazione per psicologi e medici.
Image
Eshkol Nevo
Eshkol Nevo è nato a Gerusalemme nel 1971. Dopo un’infanzia trascorsa tra Israele e gli Stati Uniti ha completato gli studi a Tel Aviv e intrapreso la carriera di pubblicitario, abbandonata in seguito per dedicarsi alla letteratura. Oggi insegna scrittura creativa in numerose istituzioni. Oltre a Nostalgia (2014), in classifica per oltre sessanta settimane e vincitore nel 2005 del premio della Book Publishers’ Association e nel 2008 a Parigi del FFI-Raymond Wallier Prize, per Neri Pozza ha pubblicato: La simmetria dei desideri (2010), Neuland (2012) e Soli e perduti (2015) e il suo ultimo romanzo Tre piani, che il regista Nanni Moretti sta riadattando per il cinema.
Image
Francesca Nocerino
Francesca Nocerino è giornalista professionista, e vicedirettore del Tg2. Laureata in sociologia, lavora in Rai dal 1982. Ha scritto di costume, cinema, società e spettacolo. Si è interessata ed ha scritto sui temi della comunicazione e delle pari opportunità. Ha lavorato per i mensili “Moda” e “King”. È al Tg2 dal 1995, dove si è occupata di cronaca, politica e cultura in qualità di responsabile del settore cinema.
Image
Pax Paloscia
Pax Paloscia (Roma, 1974) ha studiato arte e fotografia a Roma e a New York dove si è diplomata presso l’International Center of Photography. La sua produzione artistica è influenzata dalla cultura di strada e dal mondo dei ragazzi, inteso come una metafora della condizione umana, ed è una continua contaminazione di linguaggi, dalla pittura alla fotografia, al video. Le sue collaborazioni includono: Rolling Stone, Urban, Enville, Sole24Ore, Feltrinelli, Mondadori, McCann Erickson, Leo Burnett, Saatchi e Saatchi, J. W. Thompson, Publicis, Ogilvy, IBM, Nike, Mazda, Omnitel, Findus, Levi’s, Fnac e Mandarina Duck. Produce copertine, artwork e servizi fotografici per artisti internazionali e per la Emi Music Italia. Vive e lavora tra New York e Roma.
Image
Micol Piazza Sed
Micol Piazza Sed, 43 anni, di Roma. Mamma e fotografa appassionata e professionista. Ha imparato il mestiere sul campo, scattando in ogni angolo della sua amatissima città sin da bambina e nei suoi numerosi viaggi. Si è specializzata in fotografia famigliare, segue eventi, feste, ricorrenze e cerimonie, produce servizi fotografici per famiglie e bambini. Attenta ad ogni dettaglio, secondo lei “una foto racconta sempre una storia”.
Image
David Polacco
David Polacco nasce a Roma il 4 settembre 1966.
Eredita la passione per la fotografia dal padre che fotografava tutti i momenti più significativi della vita familiare con la sua macchina fotografica. Dopo essersi trasferito a Tel Aviv si avvicina alla fotografia di reportage, alla streetphotography e alla fotografia in ambito sportivo, specialmente quella dedicata al surf.
Image
Ruggero Raccah
Ruggero Raccah si è laureato all’Univeristà La Sapienza di Roma e specializzato in psichiatria, psicoterapia e ematologia. Raccah ritiene che esistano le persone e non i ``casi clinici`` e che ogni trattamento, sia esso farmacologico o psicoterapeutico, vada individualizzato e ``cucito addosso``. Cerca di prescrivere, laddove necessario e possibile, solo bassi dosaggi di farmaci, associando terapie naturali a base di erbe e soprattutto interventi sullo stile di vita (qualità del sonno, attività fisica e sportiva, alimentazione sana e regolare). Grazie alle enormi continue scoperte nel campo delle neuroscienze, dell'intelligenza artificiale applicata alla medicina, del ruolo protettivo e curativo dell'alimentazione, si ha la concreta possibilità di vivere meglio e più a lungo, e questo rappresenta uno dei cardini del suo approccio alla professione.
Image
Stefano Rolando
Stefano Rolando (Milano, 1948) è un docente, manager, comunicatore italiano. Professore universitario di ruolo e manager pubblico e privato, ha attraversato molteplici esperienze nei campi della comunicazione con radicamenti nell’impresa, nelle istituzioni e nel sistema universitario. Figura tra i primi sperimentatori e promotori della comunicazione pubblica in Italia, è tra i protagonisti del dibattito sulla materia in Europa, nella prospettiva soprattutto della democrazia partecipativa. Negli ultimi anni ha particolarmente orientato studi e analisi nel campo del branding pubblico, con una scrittura attenta anche ai temi della memoria, dell’identità nazionale e dei cambiamenti della politica. È stato anche tra i primi a progettare e gestire nel sistema universitario l’esperienza delle fondazioni di ricerca applicata e formazione. Svolge attività di impegno civile e culturale soprattutto attraverso reputate fondazioni. È Cavalieri di Gran Croce al merito della Repubblica Italiana, con altre onorificenze concesse dalle Repubbliche di Francia e Romania e una cattedra h.c. in Diritto e Scienze Sociali all’Università di Buenos Aires.
Image
Amedeo Spagnoletto
Amedeo Spagnoletto si è laureato in Scienze Politiche all’Università La Sapienza di Roma, ha inoltre conseguito la Laurea rabbinica presso il Collegio Rabbinico di Roma, il diploma di Sofer (lo scriba rituale e restauratore di testi ebraici) dell’Istituto Zemach Zedeq di Gerusalemme e il Diploma in Biblioteconomia della Scuola di Biblioteconomia Vaticana. Già Rabbino capo della Comunità ebraica di Firenze, Spagnoletto ha insegnato Talmud ed Esegesi biblica al Collegio Rabbinico Italiano, Paleografia ebraica e Diritto ebraico presso il Corso di laurea in Studi ebraici dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Feste e ricorrenze ebraiche per il Master in Ebraismo del Corso di Laurea in Studi ebraici dell’UCEI e materie ebraiche al Liceo “Renzo Levi” di Roma. Spagnoletto ha svolto inoltre l’attività di Sofer, restaurando testi religiosi esposti in musei internazionali, e ha progettato e realizzato opere manoscritte per sinagoghe, musei e committenti privati in Italia e all’estero. Ha collaborato con la Green Collection ad Oklahoma City e il Bible Museum di Washington ed è stato membro della Commissione paritetica tra Stato Italiano ed Unione delle Comunità Ebraiche Italiane per i Beni Culturali Ebraici in Italia. È membro del comitato scientifico del Museo Ebraico di Roma ed ha lavorato presso la Fondazione Museo della Shoah di Roma ed è Direttore del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah-MEIS di Ferrara.
Image
Giovanni Terracina
Giovanni Terracina, chef di fama internazionale, si distingue per la capacità di coniugare il rispetto delle usanze ebraiche e l’eccellenza dell’eno-gastronomia italiana con una continua ricerca di innovazione e sperimentazione. La sua famiglia, ebraica e romana, prende il nome – Terracina – dalla nota località del litorale laziale, la cui presenza a Roma è accertata fin dalla metà del ‘500. Dopo l’esperienza in Kibbutz Kfar Etzion di Israele, tornato in Italia, ha collaborato con il Dipartimento Culturale dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e sono stato impegnato nei controlli di kasherut per conto dell’Ufficio Rabbinico della Comunità Ebraica di Roma. Per lui il catering è una grande orchestra, tutti gli strumenti musicali che la compongono hanno un ruolo determinante.
Image
Enrico Vanzina
Sceneggiatore e produttore, figlio di Steno, insieme al fratello Carlo ha vissuto nel mondo del cinema fin dall'infanzia, frequentando abitualmente personaggi come Totò, Ugo Tognazzi, Mario Monicelli, Ennio Flaiano, Mario Camerini e Dino Risi, i cui figli Marco e Claudio sono loro amici d'infanzia. Dopo aver frequentato la scuola francese Chateaubriand di Roma, diplomandosi nel 1966, si è iscritto a Scienze Politiche all'Università di Roma laureandosi nel 1970. L'esordio nella carriera cinematografica risale al 1974 come aiuto regista del padre nel film ``La poliziotta``. Nel 1976, ha iniziato a scrivere sceneggiature e da allora ha collaborato con i maggiori esponenti della commedia all'italiana. Nel corso degli anni '80 e '90 ha firmato insieme al fratello i più grandi successi al botteghino italiano, film molto amati dal pubblico ma spesso stroncati dai critici nostrani. Nel 1986 ha fondato, sempre con il fratello Carlo, la casa di produzione Video 80 e da allora oltre alla produzione cinematografica si è dedicato anche a quella televisiva (``I ragazzi della III ^ C``, 1986; ``Amori``, 1987; ``Anni '50``, 1998; ``Anni '60``, 1999). Nei primi anni '90 ha collaborato con la Penta Film. Ma il cinema non è la sua unica occupazione. Ha scritto la pièce teatrale ``Bambini cattivi`` portata in scena da Giuseppe Patroni Griffi. Ha collaborato per diversi anni con Il Corriere della Sera e Il Messaggero, ha portato in stampa i libri ``Le finte bionde``, ``Colazione da Bulgari`` e ``La vita è buffa`` e tiene corsi di sceneggiatura.
Image
Luca Verdone
Luca Verdone ha studiato Storia dell’Arte laureandosi nel 1978 in Lettere Moderne. Dal 1973 è regista di documentari e programmi televisivi. Dal 1977 in poi ha allestito alcune regie liriche per importanti stagioni operistiche, e dal 1986 è anche regista di lungometraggi.
Nel 1978 ha pubblicato per la collana “Dal soggetto al film” dell’editore Cappelli “PER UN PUGNO DI DOLLARI” di Sergio Leone. Nel 1989 ha pubblicato per Gremese editore una monografia, “ALESSANDRO BLASETTI” con introduzione di Gian Luigi Rondi. Nel 2008 ha pubblicato un saggio sulla pittura di VINCENZO CAMUCCINI, artista neoclassico romano, per Edilazio editore.
Per la sua attività di documentarista ha ricevuto numerosi Premi nazionali ed internazionali, tra cui il Nastro d’Argento nel 1981, il primo premio al Festival Internazionale del Film sull’Arte di Castelfranco Veneto del 1989, il Nastro d’Argento speciale nel 2012 per il complesso della sua carriera, il Premio Internazionale Flaiano nel 2013 per il documentario “Alberto il Grande”.
Ha inoltre ricevuto nel 2004 al Campidoglio il “Premio Simpatia” e nel 2013 il Premio “Silvio Gigli”.
Dal 2012 è Presidente della Associazione tra Senesi e Grossetani residenti in Roma.
Image
Francesca Zampone
Francesca Zampone nata a Domodossola, diventa coach nel 2007, ha lavorato con più di 2500 donne, quasi tutte con temi di sofferenza amorosa. Nella sua vita ha sperimentato in prima persona un percorso di riappropriazione del suo potere femminile. Prima di occuparsi a tempo pieno di coaching, è passate dalle Vendite alle Risorse umane e ha fatto carriera fino a diventare Responsabile Risorse Umane della casa discografica per cui lavorava. Tra il 2008 e il 2009 ha girato per il mondo a implementare, come consulente, progetti di risorse umane legati al Change Management e al Diversity Management. In questa occasione si è specializzata nel “Coaching del Talento Femminile” e ha deciso di fare di questa materia la sua professione. Nel 2011 ha iniziato una nuova vita e ha contribuito alla creazione dell’ Accademia della Felicità, una scuola di coaching e formazione ispirata alla School of Life di Alain De Botton.